Acido Ialuronico, amici per la pelle

Cos’è e come è fatto l’acido ialuronico

Dov’è nel nostro corpo

Fondamentale componente presente nell’organismo umano e animale, l’acido ialuronico è una sostanza naturalmente prodotta dal nostro corpo. Lo ritroviamo principalmente nei liquidi intorno agli occhi, nelle cartilagini, nelle articolazioni e nel tessuto cutaneo.

La struttura

La particolare struttura dell’acido ialuronico, costituito dal ripetersi di una lunga catena di polimeri formati da molecole, lo rende capace di trattenere grandi quantità di acqua (ogni molecola può assorbirne per circa 1000 volte il proprio peso).

Proprietà

Grazie a questa conformazione chimica, le sue proprietà idratanti sono notevoli, ma non sono le uniche. La capacità di lenire rossori e irritazioni della cute, di favorire la cicatrizzazione dei tessuti e di intervenire sull’invecchiamento della pelle, lo hanno reso molto noto tra medici e scienziati, dermatologi e pazienti.

L’acido ialuronico fa davvero bene alla pelle?

La molecola di sintesi

La specifica capacità di mantenere la forma, di dare resistenza volume ed elasticità alla nostra pelle, parliamo della caratteristica rigenerante dei nostri tessuti, è una condizione che col passar degli anni viene meno in virtù di un naturale rallentamento nella rigenerazione molecolare. Si stima che intorno ai 40 anni il nostro organismo sia in grado di sintetizzare solo più una quantità di acido ialuronico pari alla metà di quella necessaria al nostro organismo. È qui che quindi entra in gioco la molecola di sintesi. Se consideriamo il fatto che l’acido ialuronico prodotto chimicamente ha origine animale o vegetale, e che gli scienziati lavorano per migliorare la nostra vita in generale, allora possiamo stare tranquilli sui benefici del suo utilizzo. Inoltre negli ultimi 10 anni, grazie ai continui progressi in campo tecnico e scientifico, la produzione dell’acido ialuronico sia per utilizzo medico che estetico, si è arricchita di caratteristiche specifiche destinate a campi di utilizzo differenti. Siamo passati dalla sola produzione animale, per la quale ancora si estrae dalle creste di gallo o dalle cartilagini dei suini, ad un processo di produzione biotecnologico, con la fermentazione di particolari batteri su di un substrato vegetale. Il suo utilizzo è diventato quindi sempre più mirato.

Utilizzo mirato

  • Cosmetica
  • Chirurgia estetica
  • Chirurgia oculare
  • Problemi articolari

Per completezza di informazione abbiamo indicato i principali campi di utilizzo dell’acido ialuronico, anche se in questa occasione ci occuperemo principalmente del suo uso cutaneo, per capire in tal senso se effettivamente apporta benefici. Cominciamo col dire che essendo una sostanza naturalmente prodotta dal nostro organismo, l’acido ialuronico non ha di per sé effetti collaterali negativi alla salute del nostro corpo. Ma attenzione, non per questo motivo dobbiamo sottovalutare il fatto che quando parliamo di infiltrazioni e riempimenti per ringiovanire e rimpolpare varie parti del volto, parliamo di medicina e chirurgia estetica, e affinché il trattamento sia efficace, ben fatto ma soprattutto sicuro, dobbiamo assolutamente affidarci ad un team di specialisti, senza eccezioni. Detto questo, integrare la fisiologica produzione di questa sostanza con prodotti specifici e mirati e ribadiamo, in mano a specialisti, non è di per se dannoso per la nostra salute. I possibili effetti dannosi vanno piuttosto ricercati nel suo errato impiego clinico estetico e salutistico, dovuti a superficialità nel valutare caso per caso, paziente per paziente, e ad errate modalità di somministrazione, piuttosto che all’utilizzo della sostanza in sé.

La cura della pelle

Per ognuno di noi, chi più chi meno, prima o poi arriva il momento in cui doverci prendere cura della nostra pelle. Qualunque sia la circostanza, sia questa legata all’inevitabile impoverimento rigenerativo dei tessuti (e di conseguenza della cute) dovuto al passare degli anni, o riferibile ai casi in cui sia consigliabile farne uso per favorire la guarigione di ferite, vedi ustioni ulcere e malattie delle gengive ad esempio, possiamo davvero contare sull’aiuto che questa importante sostanza è in grado di offrire.
Dovendo considerare l’argomento in modo generale, analizzando ogni possibile circostanza, a questo punto dobbiamo fare un’opportuna considerazione.
Dunque, sè pur vero che quando si tratta “solo” di un fattore estetico alcune persone possono non essere interessate all’uso di cosmetici creme e simili, per contro quello a cui abbiamo assistito negli ultimi decenni ci mostra una tendenza decisamente opposta. In un epoca in cui l’immagine è diventata sempre più importante ad ogni livello ed in ogni ambito sociale, il numero di persone, uomini e donne, che amano prendersi cura di sé e che, quando ovviamente ne hanno la possibilità, è in costante crescita.

I continui studi scientifici fatti sull’utilizzo e l’efficacia dell’acido ialuronico, hanno creato una sempre maggior confidenza da parte di medici e dermatologi nel consigliarlo ai loro pazienti. Siamo arrivati al punto di avere diverse formule di acido ialuronico in modo tale da poter intervenire sui diversi strati della pelle, da quello più in superficie fino agli strati più in profondità. Grazie a queste proprietà, le pelli secche e disidratate potranno beneficiare di una forte azione schermante con un visibile effetto tensore, bloccando la perdita di acqua dalla superficie cutanea. Il risultato è una pelle liscia e con il giusto livello di idratatazione. Potendo intervenire in modo così mirato a tutti i livelli di profondità della pelle, questa apparirà levigata e più turgida e le piccole rughe e cedimenti verranno riempiti, per un complessivo effetto distensivo generale ed una maggiore compattezza della pelle dovuta alla stimolazione del collagene.

Acido Ialuronico si, Acido Ialuronico no

Abbiamo quindi visto in generale quali siano le proprietà e gli utilizzi dell’acido ialuronico. Un approfondimento autorevole e più che esaustivo sull’argomento, dal titolo Beneficial Effects of Hyaluronic Acid è pubblicato su pubmed.com al seguente link

Quello che a questo punto possiamo affermare con certezza è che, essendo l’acido ialuronico una sostanza già naturalmente presente nell’organismo umano, il suo utilizzo sia in campo medico che cosmetico è assolutamente biocompatibile e totalmente riassorbibile.
Questa caratteristica di compatibilità organica è un aspetto assolutamente positivo che garantisce una pressoché totale sicurezza nell’utilizzo. Fanno eccezione i casi di soggetti affetti da allergie severe con rischi di infiammazione, e se ne sconsiglia l’uso durante la gravidanza e l’allattamento.
C’è però, se vogliamo, un rovescio della medaglia insito in questa caratteristica positiva. In campo medico, vedi ad esempio i casi di chirurgia estetica come i filler riempitivi, cosi come in quello cosmetico, questa capacità di riassortimento genera un aspetto “negativo” quando si va a considerare la durata del risultato nel tempo. Il naturale decomporsi e svanire della sostanza, sembra quindi vanificare e rendere inutile il suo utilizzo.